Matera Capitale

Il quotidiano

lunedì 18 marzo 2019

Ferrandina ancora su Le Cronache Lucane



Palazzi Gentilizi di Ferrandina






EX STAZIONE DI POSTA
Ferrandina

Il complesso architettonico ubicato in agro di Ferrandina, ha la struttura tipica del Palazzo ottocentesco, esso si sviluppa su due piani, con tetto a padiglione in coppi e ripete nella composizione di facciata un esempio abbastanza interessante dell’architettura di quel periodo. Il prospetto princiale è caratterizzato da una triplice serie di archi, elemento dominante di entrambi i piani, inquadrati da paraste inferiormante lisce e superiormente scanalate, le quali scandiscono ritmicamente la successione degli archi. Il motivo architettonico descritto, individua uno spazio porticato al piano terra ed uno superiore destinato a terrazza su cui prospettano gli ambienti più rappresentativi. Le finestre, indifferentemente, presentano delle eleganti cornici in stucco. Un motivo interessante è costituito dalle paraste di angolo che sagomate in maniera molto originale evidenziano gli spigoli dell’edificio. Una ricca trabeazione continua, particolarmente visibile sul prospetto principale, ripete elementi classicheggianti quali metope e triglifi, evidenziati in corrispondenza delle paraste. Dal portico, attraverso un portale ben tessito che reca sl concio di chiave la scritta A.D. 1855, si accede al cortile interno, sui cui lati si aprono quattro archi (il lato destro si presenta continuo in quanto le aperture sono state chiuse), mentre di fronte si apre un grosso arco che inquadra il pianerotolo intermedio. In corrispondenza dell’androne d’ingresso vi è una scala di pregevole disegno, che conduce al piano superiore. Da ricordare gli ambienti interni con pavimenti in cotto, grosse volte a botte al piano terra e a crociera in quello superiore. La costruzione inoltre denuncia nelle sue modalità costruttive elementi tradizionali locali quali l’uso incondizionato del mattone per ogni esigenza tecnologica e stilistica (camini, cornici e cornicioni, elementi strutturali quali: paraste, volte ecc.).  




Ancora un mio articolo su Le Cronache Lucane, accompagnato dai complimenti per la Laurea di un giovane Ferrandinese umile ed introverso, ma di un'intelligenza sopra la norma, uno dei pochi giovani contemporanei votato allo studio della psicosi clinica umana, spero di non assistere anche in questo caso ad una fuga di cervelli, sarebbe per l'ennesima volta una grande sconfitta per il futuro e per la crescita culturale ed intellettuale di questa comunità... tanti auguri da parte di tutta la comunità Ferrandinese... Dott. Simone Laviola.






Nessun commento:

Posta un commento